Cessione del quinto

rata-prestito

cessione del quintoUna delle forme più diffuse e più interessanti per accedere al credito è la cessione del quinto dello stipendio. Per poter sviluppare al massimo i propri obiettivi è necessario, spesso accedere al credito. Le richieste delle banche e dele finanziarie sono sempre più stringenti e riuscire ad ottenere quanto si vorrebbe è molto complesso.

Questo è vero ma può essere facilmente aggirato con la cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Lo sapevi, ad esempio, che con questo strumento creditizio puoi richiedere un finanziamento anche se sei protestato o segnalato in crif con il marchio di cattivo pagatore?

Come funziona la cessione del quinto?

La cessione del quinto dello stipendio rappresenta, anche per questo specifico motivo,  uno strumento di finanziamento utile per tutti i lavoratori dipendenti, pubblici o privati, che abbiano bisogno di otteneredella liquidità velocemente e a condizioni favorevoli. A prescindere dalla tua possibilità nel riuscire ad offrire garanzie reali alla banca con la cessione del quinto ottenere liquidità sarà un gioco da ragazzi. Sei preoccupato dal fatto che hai subito pignoramenti o che hai già un mutuo in corso?

Non devi preoccuparti perchè con la cessione del quinto ottenere un prestito personale è davvero molto semplice e conveniente, a patto che tu, ovviamente, abbia una busta paga a tempo indeterminato (settore pubblico o privato è indifferente) o che goda di una pensione di anzianità.

Pro e contro della cessione del quinto

Volendo analizzare pro e contro di questa forma di finanziamento non possiamo fare a meno di notare che i vantaggi sono indubbiamente maggiori. Con la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, infatti, si hanno molte più probabilità di ottenere l’erogazione del finanziamento da parte della banca. Tutti i principali istituti di credito, infatti, tendono a favorire proprio questa forma di credito perchè ritenuta più sicura. La banca o la finanziaria, infatti, andrà a trattenere una parte del proprio reddito mensile e sarà il datore di lavoro a farlo, ossia a versare l’importo della rata trattenendolo dalla busta paga o dal cedolino della pensione.

Non a caso con la cessione del quinto sono finanziabili anche i cattivi pagatori e i protestati. Inoltre non bisogna sottovalutare l’enorme vantaggio che consiste nel fatto che questo finanziamento risulta essere molto più conveniente (in termini di tasso di interesse applicato) rispetto ad un normale prestito personale.

rata-prestito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *